Home

laboratorio alchemico

io che ho per patria il mondo come i pesci il mare … (Dante Alighieri)

articoli recenti

su Emil Cioran

La scrittura di Emil Cioran arde nell’ossessione della luce. La luce della follia, la luce dell’estasi, le luci del caos, la lucidità della coscienza che ci attraversa negli stati di vertigine, fino all’estrema consapevolezza della morte come possibilità sempre incombente, consapevolezza che brucia il cervello e paralizza ogni muscolo.

i silenzi di Celan

Nella poesia di Paul Celan, il silenzio appare come una distesa che avvolge mondi, memorie, emozioni attraversando la frontiera tra spazi interiori e paesaggi cosmici. In Celan il silenzio è la vibrazione dell’Essere, qualcosa che traligna e trasuda collocandosi oltre il versante della significazione.

eros e chaos

Nella “Theogonia”, Esiodo pone tra gli dei più antichi “Chaos” ed “Eros”. Chaos è il patriarca dell’intera schiera degli dei posteriori. Chaos non rappresenta il disordine, è piuttosto l’abisso originario che precede la luce, il vuoto spalancato che precede il divenire del cosmo inteso come totalità illuminata dalla legge della bellezza universale. Ed è suContinua a leggere “eros e chaos”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito